"Ecce praedixi vobis"

"Surgent enim pseudochristi et pseudoprophetae et dabunt signa magna et prodigia, ita ut in errorem inducantur, si fieri potest, etiam electi" (Mt 24,24)

Medjugorje

Verità o Imbroglio del secolo?

medjugorje-visionaries-02

Il 24.6.1981 verso le ore 18, sei giovani della parrocchia di Medjugorje, Ivanka Ivankovic, Mirjana Dragicevic, Vicka Ivankovic, Ivan Dragicevic, Ivan Ivankovic e Milka Pavlovic, avrebbero visto sulla collina Crnica, nel luogo chiamato Podbrdo, un’apparizione, una figura bianca con un bambino in braccio. Sorpresi e spaventati, non si avvicinarono ad essa. Il giorno dopo alla stessa ora, il 25.6.1981, quattro di loro, Ivanka Ivankovic, Mirjana Dragicevic, Vicka Ivankovic ed Ivan Dragicevic, sarebbero stati fortemente attirati verso il posto dove, il giorno precedente, avevano visto quella misteriosa persona luminosa.

Marija Pavlovic e Jakov Colo li raggiunsero e così gruppo dei veggenti di Medjugorje fu completo. Pregarono e parlarono con la misteriosa Signora. Da quel giorno, hanno avuto le apparizioni quotidiane, insieme o separatamente. Milka Pavlovic ed Ivan Ivankovic non hanno mai più avuto queste apparizioni.

Izrezak-12-860x450_c.png



Intervista  a Padre Petar Ljubicic: http://web.tiscali.it/audio_medju/PPetarsegreti.mp3


Dichiarazione di Mons.Zanic: https://goo.gl/N6WHgs


Dichiarazione della Conferenza Episcopale della Bosnia Erzegovina – Zara 1991:

“In base alle indagini eseguite finora non si può affermare che si tratti di apparizioni e rivelazioni soprannaturali. Ma numerosi incontri dei fedeli da varie parti del mondo che vengono a Medjugorje spinti da motivi religiosi e altri richiedono l’attenzione e cura pastorale prima di tutto del vescovo diocesano, e con lui anche degli altri vescovi per promuovere a Medjugorje e quanto legato ad esso, una sana devozione verso la Beata Vergine Maria, conforme all’insegnamento della Chiesa. A tale fine i vescovi avrebbero pubblicato delle direttive liturgico-pastorali idonee. Avrebbero seguito e esaminato tutti gli avvenimenti di Medjugorje anche dopo.”
(Zara, 10 aprile 1991. Vescovi della Jugoslavia)


Congregazione per la Dottrina della Fede

A Sua Eccellenza Mons. Gilbert Aubry

vescovo di Saint-Denis de la Rèunion

Eccellenza, con la lettera del 1 gennaio 1998 voi sottoponete a questo Dicastero diverse questioni concernenti la posizione della Santa Sede e del vescovo di Mostar, in riferimento alle cosidette “apparizioni” di Medjugorje, ai pellegrinaggi privati o alla cura pastoraledei fedeli che si recano in quel luogo. Al riguardo, considerando impossibile rispondere a ciascuna delle domande fatte da vostra Eccellenza, tengo anzitutto a precisare che non è norma della Santa Sede assumere, in prima istanza, una posizione propria diretta su supposti fenomeni sopranaturali.
Questo dicastero perciò che concerne la credibilità delle “apparizioni” in questione, si attiene semplicemente a ciò che è stato stabilito dai vescovi della ex-Jugoslavia nella dichiarazione di Zara del 10.04.1991: “Sulla base delle indagini finora condotto, non è possibile affermare che si tratti di apparizioni o di rivelazioni soprannaturali”. Dopo la divisione della Jugoslavia in diverse nazioni indipendenti, spetterebbe ora ai membri della Conferenza Episcopale della Bosnia-Erzegovina riprendere eventualmente in esame la questione ed emettere, se il caso lo richiede, nuove dichiarazioni.
Quello che Mons. Peric’ ha affermato in una lettera al Segretario Generale di “Famille Chrètienne”, cioè che “la mia convinzione e posizione non è solo Non constatazione della soprannaturalità ma ugualmente quella di constatazione della NON soprannaturalità delle apparizioni o rivelazioni di Medjugorje” deve essere considerata espressione di una convinzione personale del Vescovo di Mostar, il quale, in quanto ordinario del luogo, ha tuttti i diritti di esprimere ciò che è e rimane un suo parere personale.
In fine, per quanto concerne i pellegrinaggi a Medjugorje che si svolgono in maniera privata, questa Congregazione ritiene che sono permessi a condizione che non siano considerati come una autenticazione degli avvenimenti in corso e che richiedono ancora un esame da parte della Chiesa.
Mons. Tarcisio Bertone (segretario della Congregazione presiedutadal Card. Ratzinger)


Dichiarazione del Vescovo di Mostar, mons.Ratko Peric, in occasione della solennità del Corpo e Sangue di Cristo , Medjugorje, 15.VI.2006:

ea50509bf23a746c1d45

Innanzitutto, il fatto che qualcuno si confessa sinceramente e riceve devotamente la santa comunione in questa chiesa parrocchiale e che tale persona nella sua anima sente la gioia, grazie al perdono di Dio, lo salutera’ ogni fedele e lo attribuira’ a Dio, fonte di ogni grazia. Ma sara’ attento di non passare, in maniera illogica e inconseguente, da tale fatto di grazia alla conclusione: “Io mi sono confessato, mi sento bene, ora sono convertito, dunque la Madonna appare a Medjugorje!” Tale fedele e penitente e’ comunque obbligato a confessarsi, frequentare gli altri sacramenti, osservare tutti i comandamenti al di la’ del fatto se le apparizioni private siano riconosciute o meno.
Secondo, io non sarei un ministro responsabile del Mistero del Corpo e del Sangue di Cristo se non avvertissi, anche oggi pubblicamente, anche da questo luogo e in questa occasione, tutto il mondo interessato che in questa Chiesa locale di Mostar-Duvno esiste qualcosa come uno scisma: un gruppo di sacerdoti, dimessi dal Governo generale dei Frati minori dall’Ordine francescano a causa della loro disobbedienza al Santo Padre gia’ da anni mantiene in maniera violenta piu’ chiese parrocchiali ed uffici con l’inventario ecclesiastico. In tali parrocchie essi operano non solo illegalmente ma amministrano i sacramenti sacrilegamente, ed alcuni anche invalidamente, come sono la confessione e la cresima oppure assistono ai matrimoni invalidi. Tale prassi antiecclesiastica deve essere scioccante per tutti noi. Ugualmente tale scandalo del sacrilegio dei sacramenti, specialmente del Santissimo Corpo di Gesu’, dovrebbe essere scioccante anche per i fedeli che si confessano invalidamente davanti a tali sacerdoti e assistono alle Messe sacrileghe. Preghiamo il Signore di togliere quanto prima di mezzo di noi questo scandalo e scisma.
Terzo, sono grato al Santo Padre, sia a Papa Giovanni Paolo II, di b. m. sia a Benedetto XVI, gloriosamente regnante, i quali hanno sempre rispettato la posizione dei vescovi di Mostar-Duvno, sia del defunto sia dell’attuale, riguardo alle presunte “apparizioni” e “messaggi” di Medjugorje, restando sempre fermo il pieno diritto al Sommo Pontefice di pronunziarne l’ultimo verdetto. E questa posizione dei vescovi, dopo tutte le indagini canoniche, si puo’ riassumere in queste frasi:
*
1 – Medjugorje e’ una parrocchia cattolica nella quale si realizza la vita liturgica e pastorale come nelle altre parrocchie di questa Diocesi di Mostar-Duvno. E nessuno e’ autorizzato ad attribuire il titolo ufficiale di “santuario” a questo luogo, eccetto la Chiesa.
*
2 – In base alle indagini ecclesiastiche sugli avvenimenti di Medjugorje non si puo’ affermare che si tratti delle apparizioni o rivelazioni soprannaturali. Questo significa che la Chiesa finora non ha accettato nessuna apparizione ne’ come soprannaturale ne’ come mariana.
*
3 – Nessun sacerdote che opera canonicamente in questa parrocchia di Medjugorje o che sia di passaggio e’ autorizzato a presentare la sua opinione privata, contraria alla posizione ufficiale della Chiesa sulle “apparizioni e messaggi”, ne’ in occasione delle celebrazioni dei sacramenti, ne’ durante gli atti di pieta’ soliti, ne’ nei mezzi di comunicazione cattolici.
*
4 – I fedeli cattolici non sono solo liberi dall’obbligo di credere nella veracita’ delle “apparizioni” ma devono sapere che non sono permessi i pellegrinaggi ecclesiastici, ne’ ufficiali ne’ privati, ne’ personali ne’ comuni, dalle altre parrocchie, se presuppongono l’autenticita’ delle “apparizioni” o se con cio’ autenticassero tali “apparizioni”. Chi fa ed insegna diversamente, non agisce e non insegna secondo lo spirito della Chiesa.
*
5 – In base alle indagini e prassi finora avute, come vescovo locale ritengo che riguardo agli avvenimenti di Medjugorje per tutti questi 25 anni non e’ accertata, a livello ecclesiastico, nessuna “apparizione” della Madonna come autentica. Il fatto che nel corso di questi 25 anni si parla di decine di migliaia delle “apparizioni”, non attribuisce nessuna autenticita’ a tali eventi, secondo le parole dell’attuale Santo Padre, udite durante l’udienza concessami il 24 febbraio u.s., alla Congregazione per la dottrina della fede hanno sempre suscitato la domanda come possano essere credibili per un credente cattolico. Soprattutto non ci appaiono come autentiche se gia’ si sa in anticipo che le presunte “apparizioni” avverranno:
ad una persona ogni anno il 18 marzo, ma avra’ anche le “apparizioni” ogni 2 del mese, con i “messaggi” che puoi anche tu aspettare, secondo la procedura abituale;
ad un’altra avverra’ ogni giorno dell’anno, ma – come se questo non fosse sufficiente – e percio’ di aggiunta ogni 25 del mese una “apparizione” particolare ed anche una specie di comunicato al pubblico che anche tu puoi prevedere e aspettare;
ad una terza apparira’ ogni 25 di dicembre, per il Natale, anche con il comunicato simile ai gia’ menzionati;
ad una quarta persona “apparira’” ogni anno il 25 giugno, e cio’ con un certo comunicato;
agli altri due ogni giorno con i “messaggi” che si possono prevedere perche’ sono varianti dei simili contenuti. Tale fatto ed alluvione delle presunte apparizioni, messaggi, segreti e segni non confermano la fede ma ci convincono ancor di piu’ che in tutto questo non e’ accertato niente di autentico e veritiero.
Percio’ responsabilmente invito quelli che dicono di se di essere “veggenti” come anche quelli che formulano i “messaggi” di mostrare l’obbedienza ecclesiastica e di cessare con tali pubbliche comparse e comunicati in questa parrocchia. Con cio’ manifesteranno loro dovuto senso ecclesiale non mettendo le “apparizioni” private e le comunicazioni private sopra la posizione ufficiale della Chiesa. La fede e’ una cosa seria e responsabile. La Chiesa e’ una istituzione seria e responsabile.
Per l’intercessione della Beata Vergine Maria, la piu’ grande portatrice dei doni dello Spirito di Dio e la quale per l’opera dello Spirito Santo nel suo grembo ha concepito, e ha dato al mondo, la Seconda Persona Divina, Cristo Gesu’, il quale ci da’ il suo Santissimo Corpo e Sangue per la vita eterna, voglia Lui – Via Verita’ e Vita – aiutarci affinche’ la verita’ sulla Beata Vergine, Madre sua e Madre della Chiesa, Sede della Sapienza e Specchio della Giustizia, risplenda in tutto il suo splendore in questa nostra parrocchia e diocesi, senza alcuna mescolanza delle cose non degne della fede, e tutto in conformita’ all’immutabile dottrina e prassi della Chiesa. Amen.

Questo è il parere di Padre Gruner:

Dichiarazione di papa Francesco, nel corso di una conferenza stampa in aereo, tornando da Fatima, il 13 maggio 2017:


 

Alcune curiosità:

La “Gospa” avrebbe festeggiato il suo compleanno e avrebbe addirittura portato in cielo qualcosa di materiale, un elemento di marzapane della Torta di compleanno. Sarà vero?

Ecco l’articolo dove è spiegato: https://goo.gl/zVzbui

Desktop 01-12-2017 23-21-12-590

Inoltre a Medjugorje il 5 agosto si festeggia la natività di Maria Santissima, che la Chiesa celebra l’8 settembre.

A riguardo però vi è un messaggio davvero molto strano, da studiare bene:

Messaggio della Gospa – 5 agosto 1984:Figli cari! Oggi sono felice, tanto felice! Non ho mai pianto di dolore nella mia vita come questa sera piango di gioia! Grazie!

Un articolo a riguardo: https://www.radiospada.org/2013/08/5-agosto-buon-compleanno-gospa-di-medjugorje/


Desktop 01-12-2017 23-28-18-589

Il mistero delle due corone del Rosario trovate dal fratello di Vicka due mesi prima dell’inizio delle apparizioni. La “Gospa” poi avrebbe detto: “I rosari sono un mio dono speciale per la vostra famiglia”. Per questo molti credono che siano venuti dal cielo…

Ecco una parte dell’intervista di Frà Janko Bubalo    a   Vicka Ivankovic:

Janko: Mi sembra strano che non abbiate mai chiesto nulla alla Madonna a questo riguardo.
Vicka: Come no! L’abbiamo fatto, gliel’abbiamo domandato.

Janko: Che cosa le hai chiesto?

Vicka: Ho domandato donde provengono e a quale scopo ci sono state date.
Janko: E lei?
Vicka: Ha risposto che queste corone sono per il nostro bene, che sono un dono di Dio. E niente altro.
Janko: Ti è chiaro che cosa ha voluto dire la Madonna?
Vicka: No, ma se è chiaro a te, dimmelo.
Janko: Non lo so, ma può darsi forse che qualcuno di voi, nella vita, userà quella Via Crucis per meditarla. Chissà… Dimmi intanto se qualcuno di voi, qualche volta, usa queste corone.
Vicka: No, no. Mai nessuno.
Janko: E perché?
Vicka: Non lo so. Che debbo dirti? Ognuno di noi ha la sua corona, che è stata benedetta dalla Madonna. Mi sembra in qualche modo…, ma lasciamo stare. Non so cosa dirti.


Questo video mostra veramente che Medjugorje è un imbroglio?

(fonte: https://it.aleteia.org/2017/03/03/medjugorje-video-imbroglio-veggenti/)

Nel momento in cui vedono la Gospa, i veggenti dichiarano di non riuscire a vedere nient’altro attorno a loro. Il video sembrerebbe mostrare che le cose potrebbero non essere così. Un astante, Jean-Louis Martin, fa un cenno repentino con la mano, avvicinandola al volto della veggente Vicka, e lei ha un’inequivocabile reazione.

L’uomo ha fatto quel gesto con lo scopo dichiarato di mettere alla prova il fenomeno mistico, perché – nonostante il suo forte desiderio di spiritualità – aveva iniziato a nutrire dei dubbi. L’episodio, così ha poi dichiarato, lo ha lasciato “deluso”. Vicka ha negato che la sua fosse una reazione all’avvicinarsi della mano di Jean-Louis, bensì al fatto che nella visione Maria stava per far cadere a terra Gesù Bambino. Una mera coincidenza dunque, sostiene la veggente.

Marco Corvaglia ci presenta il resoconto di colui che è stato storiografo “ufficiale” e maggior apologeta mondiale di Medjugorje, padre René Laurentin:

Padre Ivika, un giovane frate, fu incaricato di interrogare Vicka per dare (in tedesco) una spiegazione richiesta dal Dr. Bellanger (sic), un parapsicologo canadese che stava svolgendo un’inchiesta sulle apparizioni.

Tempestata di domande, Vicka spiegò che durante questa apparizione aveva avuto un momento di emozione, perché la Madonna teneva in braccio il Bambin Gesù in maniera tale che aveva timore che cadesse.

[René Laurentin, La fine delle apparizioni è prossima? Recenti notizie da Medjugorje, Queriniana, 1985, pp. 37-38]


Inchieste recenti sulle proprietà dei veggenti, condotte da alcune trasmissioni Tv:


 Il veggente Jakov Colo ha cantato delle canzoni davvero molto belle dedicate alla Madre di Dio. Vi propongo quella forse più significativa in cui il veggente racconta la sua esperienza:


Testimonianza della veggente Mirjana:


➥ Il Papa nomina un inviato speciale a Medjugorje per le esigenze dei fedeli

17553773_1703803442970107_1733063919353578513_n

«In data 11 febbraio 2017 il Santo Padre – si legge nel comunicato della Sala Stampa vaticana – ha incaricato» monsignor Henryk Hoser, arcivescovo-vescovo di Warszawa-Praga (Polonia), «di recarsi a Medjugorje quale inviato speciale della Santa Sede».

«La missione – si legge ancora nel comunicato – ha lo scopo di acquisire più approfondite conoscenze della situazione pastorale di quella realtà e, soprattutto, delle esigenze dei fedeli che vi giungono in pellegrinaggio e, in base ad esse, suggerire eventuali iniziative pastorali per il futuro. Avrà, pertanto, un carattere esclusivamente pastorale».

https://it.aleteia.org/2017/02/11/medjugorje-un-inviato-del-papa-per-le-esigenze-dei-fedeli/

➥Medjugorje, è stato autorizzato il culto ufficialmente

“Da oggi, le diocesi e altre istituzioni possono organizzare pellegrinaggi ufficiali. Non ci sono più problemi”, continua l’arcivescovo in un’intervista accordata ad Aleteia nella sua residenza situata in un quartiere di Varsavia…

(NB. Sebbene prima i pellegrinaggi non fossero autorizzati, si son sempre fatti)

 

https://it.aleteia.org/2017/12/07/medjugorie-culto-ufficiale-autorizzato-parla-mons-hoser/

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: